Il circuito Spirito Rando è alla sua seconda edizione, dopo la prima dello scorso anno che ha visto la partecipazione di più di 700 randonneur.

Lo scopo del circuito è quello di incentivare la conoscenza di questa disciplina anche nel centro Italia visto che il movimento randonneur si è sviluppato principalmente nelle regioni del nord e che, ultimamente, sta vivendo un grande fermento anche nel sud, dove riscuote un gran successo un circuito analogo a Spirito Rando.

Le regioni coinvolte sono la Toscana, l’Umbria e le Marche (che si è aggiunta quest’anno), in attesa che anche il Lazio si candidi ad entrare con le sue randonnée, alcune delle quali storiche e consolidate.

Il circuito prevede 19 prove Road e 3 prove Off road con un regolamento che vi illustro di seguito.

Prima esaminiamo il calendario delle 19 prove Road che possono essere selezionate in base alle preferenze di ciascuno, poiché alcune prevedono percorsi diversi nello stesso giorno o randonnée diverse in date ravvicinate.

Rispetto allo scorso anno 4 sono le new entry: la Randonnée della Fortuna di Fano, la Tirreno + Adriatico di Narni, La Randonnée di Recanati e Randolex, la Randonnée di Montefalco.

Anche quest’anno il circuito inizia da Assisi in Umbria con la Strasubasio che si svolgerà il 15 aprile e a seguire, la settimana successiva il 21 aprile la Randonnée della Fortuna di Fano con 2 percorsi di 300 e 200 km.

Immediatamente dopo, alla mezzanotte tra il 23 e il 24 aprile,  prenderà il via da Narni la prima edizione della Tirreno + Adriatico, la randonnée dei due mari che si svolgerà con una formula inedita: 3 randonnée di 200, 400 e 600 km.

Il calendario prevede a maggio due bellissime prove in Toscana. La prima a Colle Val d’Elsa, il 13 maggio, nelle strade del Chianti e delle Terre di Siena, e a Marina di Grosseto, il 27 maggio con la scalata del Monte Amiata partendo e ritornando a Marina di Grosseto.

Il 2 giugno appuntamento a Castelnuovo Berardenga e il 17 giugno a Passignano sul Trasimeno per due conferme: La Schianti Classic e la Randonnée del Trasimeno.

L’8 luglio l’appuntamento è in Toscana, a Poppi e, il 15 luglio, al Mugello per una randonnée che consente di conoscere uno dei percorsi permanenti più strutturati in Italia.

Il 1° settembre si ritorna in Umbria con la prima edizione della Spoleto Norcia Randonnée che si svolge in parte nell’alta Valnerina, interessata dal recente terremoto, e si colloca all’interno dell’evento che da qualche anno sta riscuotendo un notevole successo: “La Spoleto Norcia in MTB” che intende valorizzare il percorso di una delle ferrovie dismesse più belle d’Italia, trasformata ora in pista ciclabile. Il 2 settembre viene riproposta la Randonnée di Monteroni: Giro delle Crete Senesi che lo scorso anno ha ottenuto molti consensi per un paesaggio straordinario.

Si prosegue poi ad Arrone l’8 e il 9 settembre con la Randonnée L’Umbria del Grand Tour, sulle strade del Grand Tour Rando, alla sua settima edizione. Sono previsti 2 percorsi di 300 km (la extreme, con 5700 m di dislivello) e la standard, di 200 km. Da quest’anno le due randonnée sono inserite nel programma più ampio del festival “Valnerina Bike Days” che l’8 settembre prevede anche la randonnée off road Greenway del Nera Adventure Trail.

Il 15 settembre a Recanati, prenderà il via una new entry, la randonnée dedicata a Leopardi, il “giovane favoloso”.

Il 15 settembre, concluderà questo mese denso di appuntamenti un’altra new entry, la Randolex, Randonnée di Montefalco in Umbria.

Come lo scorso anno, concluderà il circuito la Randonnée di Città di Castello il 21 ottobre, un evento molto apprezzato da tutti i randonneur per la bellezza del territorio attraversato.

Per quanto riguarda le 3 prove Off road ci sono le conferme della Randonnèe MTB della Valdora a Pontedera il 13 maggio e della Greenway del Nera Adventure Trail ad Arrone l’8 settembre, mentre la new entry è il 15 luglio a Sarnano, la Randonnèe del Grande Anello dei Sibillini.

Tre randonnée off road, una per ogni regione del circuito, tutte di grande qualità, che si svolgono in territori molto diversi tra loro.

IL REGOLAMENTO DEL CIRCUITO SPIRITO RANDO 2018

Art.1)

Il Circuito “Spirito Rando 2018” è organizzato dalle seguenti Società ASD del Centro Italia iscritte all’ARI:

  1. Ancora Moving and Cycling Group
  2. Ape Bike
  3. Bikemotion
  4. Bulletta Bike
  5. Centro Rematori Passignano
  6. Ciclistica Valdarbia
  7. Ciclo Club Recanati
  8. CicloTour Mugello
  9. G.C. Amatori San Gimignano
  10. G.S.R.C. Galimberti
  11. G.S. Poppi
  12. MareVettaMare
  13. MTB Club Spoleto
  14. S.C.D. Fanese
  15. Sarnano in Bici
  16. Team Bikeland

Art.2)

La partecipazione ai brevetti previsti nel calendario è aperta a tutte le cicliste ed i ciclisti in possesso di regolare tessera di tipo agonistico rilasciata da una ASD appartenente ad un Ente o Federazione. Possono partecipare anche cicliste/i individuali in possesso di certificato medico rilasciato come prescritto dal DM 26/4/2013 e di una assicurazione di responsabilità civile personale. Sono ammessi tutti coloro che abbiano compiuto il 18° e non superato il 75° anno di età, ferme restando le regole previste dall’Ente con il quale l’ASD organizzatrice è affiliata.

Art 3)
Per ogni altra regola riguardante le modalità organizzative, di partecipazione e di comportamento valgono i regolamenti di ARI relativi alle varie tipologie di prove.

Art 4)
Il Calendario delle Prove del Circuito e tutti dettagli/contatti sono descritti nell’Allegato 1) del presente Regolamento.

Art.5)
Il circuito prevede una classifica per Società e quattro classifiche individuali (Strada e Fuoristrada – femminili e maschili). I punteggi verranno assegnati sommando i chilometri percorsi dai ciclisti omologati nelle randonnée che si svolgono con le Carte Gialle/Rosa/Verdi secondo i seguenti moltiplicatori:

– Prove su strada: 1,0

– Prove su strada extreme: 1,5

– Prove fuoristrada: 2,0

Al riguardo fanno fede esclusivamente i tabulati degli omologati ai vari brevetti pubblicati sul sito ufficiale dell’ARI.

Ad ognuna delle Società organizzatrici verranno, inoltre, assegnati d’ufficio un numero di punti pari ai chilometri del percorso più lungo previsto dalla manifestazione organizzata dalla Società stessa. Esclusivamente per le Squadre organizzatrici di prove fuoristrada, il punteggio d’ufficio verrà assegnato utilizzando il moltiplicatore sopra definito per tale tipologia di prove (2,0).

Nel caso una Società organizzi più Prove facenti parte del Circuito, il punteggio d’ufficio verrà assegnato solo per la Prova con il chilometraggio più lungo (o con il punteggio maggiore, considerando i moltiplicatori applicati).

Art.6)
Premiazioni:
Classifica per Società: saranno premiate le prime cinque ASD che avranno totalizzato il maggior punteggio dato dalla somma dei punteggi ottenuti dai propri ciclisti (femmine e maschi) omologati ad almeno 3 (tre) delle Prove su Strada e/o Fuoristrada del Circuito e di quelli assegnati d’ufficio (vedasi Art. 5).

Classifiche individuali Strada e Fuoristrada: saranno premiati le prime tre atlete femmine ed i primi tre atleti maschi che avranno totalizzato il maggior punteggio, indipendentemente dal numero di Prove del Circuito alle quali avranno partecipato.

La consegna dei premi verrà effettuata in data e sede da definire.

 

 

 

 

 

 

 

Valter Ballarini

Nato a Terni, in Umbria, ciclista, randonneur, guida cicloturistica, da anni esplora il mondo del Ciclismo non solo come fenomeno sportivo ma come modalità più consapevole di osservare e vivere la realtà. Architetto, in passato, ha realizzato progetti come la Bibliomediateca e il Videocentro a Terni, la Città del Gusto del Gambero Rosso a Roma, il Virtual Reality & Multi Media Park di Torino.

More Posts

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *