Negli anni passati la Regione Umbria e alcune amministrazioni locali hanno investito nella creazione e/o valorizzazione di percorsi pedonali, ciclabili e ippovie finalizzati al turismo attivo che risulta essere una componente significativa ed in crescita del turismo regionale.

L’Umbria è ricca di sentieri montani che hanno il pregio di essere stati utilizzati nei secoli per connettere i monasteri del ricco sistema appartenente agli ordini monastici principali. Sostanzialmente in Umbria si parla dei sentieri Benedettini e di quelli Francescani.

A questa ricca trama si sono aggiunti negli ultimi decenni alcuni percorsi segnalati che, indipendentemente dalle testimonianze storiche, spesso non rintracciabili, costituiscono alcuni “Cammini di pellegrinaggio”.

Oltre a questi cammini, sentieri percorribili a piedi o in Mountain Bike, negli ultimi anni sono state realizzate delle ciclovie di una certa rilevanza: la ciclabile Spoleto Assisi di circa 50 km lungo la Valle Umbra, la Ciclabile delle Gole del Nera presso Narni e la Spoleto Norcia (sui percorsi della vecchia ferrovia dismessa).

A queste si aggiunge la Greenway del Nera, un anello di circa 180 km che collega la Cascata delle Marmore alla Valnerina ternana e quella perugina inglobando alcuni tratti della via di Francesco, degli itinerari benedettini e della ex ferrovia Spoleto Norcia.

Il tratto dela Greenway del Nera che va dalla Cascata delle Marmore a Piedipaterno è quello più facilmente percorribile a piedi, in bici e a cavallo, perchè quasi tutto pianeggiante, e quello che più di tutti rappresenta già un’attrattiva turistica di primissimo ordine. Questo anche perchè, oltre ad intercettare i flussi dei pellegrini della via di Francesco e quelli degli itinerari Benedettini, viene interessato anche dai cicloturisti che percorrono la Spoleto Norcia nei tratti attualmente fruibili.

Attualmente questo tratto della Greenway del Nera è abbastanza conosciuto e fruito in quanto è dotato di segnaletica permanente ed è inserito in tutte le tracce dei percorsi sopra citati.
Quello che manca per farlo decollare come uno dei tratti turistici più interessanti non solo del centro Italia è un sistema informativo strutturato (non parziale e frammentario come quello attuale) come può essere una segnaletica di accesso e di servizio e non solo di direzione, e un contenitore di contenuti multilingue facilmente consultabile dai dispositivi mobili utilizzati dai suoi fruitori.

A questo sistema informativo sarebbe necessario anche aggiungere dei servizi di base lungo il percorso come aree di sosta attrezzate, e servizi dedicati ai viaggiatori (ripari per i pedoni, assistenza meccanica per i ciclisti, stazioni di posta per i cavalli).

I comuni attraversati dal percorso dovrebbero poi individuare risorse dedicate per la sistemazione definitiva del fondo e per la manutenzione ordinaria dell’infrastruttura.

Sarebbe anche auspicabile creare 2 centri servizi localizzati presso la Cascata delle Marmore e il piazzale di Sant’Anatolia di Narco che dovrebbero fungere da snodi intermodali per l’accessibilità da sud (Roma) e da nord (Spoleto/ Perugia).

La riqulificazione di questo tratto attraverso gli interventi proposti potrebbe rappresentare un esempio qualificante, replicabile e sostenibile di interventi da realizzare anche negli altri tratti dei percorsi esistenti, molti dei quali non riescono a “decollare” in mancanza di interventi considerati complementari, mai realizzati.

 

Valter Ballarini

Nato a Terni, in Umbria, ciclista, randonneur, guida cicloturistica, da anni esplora il mondo del Ciclismo non solo come fenomeno sportivo ma come modalità più consapevole di osservare e vivere la realtà. Architetto, in passato, ha realizzato progetti come la Bibliomediateca e il Videocentro a Terni, la Città del Gusto del Gambero Rosso a Roma, il Virtual Reality & Multi Media Park di Torino.

More Posts

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *