Quest’anno ho partecipato anche io a questa bella randonnée che fa scoprire i due grandi laghi dell’Umbria il Trasimeno e il lago di Corbara (il terzo, più piccolo è quello di Piediluco, vicino alla Cascata delle Marmore). Si parte da Passignano sul Trasimeno nella sponda nord, con una bellissima vista sul lago, poi si percorrono alcuni chilometri prima di arrivare a San Feliciano, nella sponda est, che è il paesino storico dei pescatori del Trasimeno.

Si lascia poi il lago per percorrere una bella strada ondulata che attraversa i centri di Muggiano e Spina, lambisce Castiglione della Valle e si immette a Cerqueto sulla strada che porta a Marsciano. Da qui si sale verso San Venanzo e poi si prosegue per il Monte Peglia. All’altezza del bar del Moro ci si immette nel percorso permanente del “Grand Tour Rando“, provvisto di segnaletica permanente, fino a Monteleone di Orvieto. La salita del Monte Peglia non è particolarmente dura ma è lunga e si conclude all’altezza dell’ultimo ripetitore cilindrico. Il bosco che si attraversa è molto bello ma la presenza dei numerosissimi ripetitori lo rende un po’ inquietante.

La discesa che segue è lunghissima e porta all’altro grande lago dell’Umbria, quello di Corbara, un grande lago artificiale che intercetta le acque del Tevere. Molto bella la vista dall’alto mentre si percorre una stradina di campagna tra colture alternate di viti e olivi che caratterizzano il paesaggio di questa zona (l’orvietano).

Da Corbara a Orvieto la strada è molto tranquilla e costeggia il fiume Paglia (affluente del Tevere). La salita verso Orvieto è su una strada trafficata ma la fatica è ripagata dalla vista spettacolare del Duomo e dall’attraversamento del centro storico.

Percorrendo una ripida discesa fino a Sferracavallo si prosegue verso Castel Viscardo. La salita è impegnativa ma regolare e consente una vista bellissima sulle colline dell’orvietano con sullo sfondo lo skyline di Orvieto.

Dopo Castel Viscardo si scende fino alla stazione di Allerona per poi risalire verso Ficulle, passando per il Castello della Sala (proprietà Marchesi Antinori). Anche questa è una salita impegnativa, compensata anch’essa dal paesaggio e dai vigneti che si attraversano.

Da Ficulle si scende verso Fabro Scalo per poi risalire verso Monteleone di Orvieto e proseguire in un continuo saliscendi fino a Città della Pieve. Si scende poi a valle quasi fino a Chiusi e poi si viaggia su una strada pianeggiante fino a Castiglione del Lago (sulla sponda Ovest del Lago Trasimeno). Si percorre tutto il lungo lago e la vista è assolutamente indimenticabile.

Dopo un tratto trafficato, all’altezza di Borghetto si prende la vecchia strada in collina che lambisce Tuoro (altra bella località nei pressi del lago) per poi riportarci a Passignano dove si conclude la randonnée dopo aver percorso 210 km con 3000 m. di dislivello.

VEDI L’ANIMAZIONE 3D DEL PERCORSO

Vedi il video dell’edizione del 2016 con le foto di Stella Janaqui

Organizzazione della randonnée ben curata da parte della ASD Centro Rematori Passignano con il contributo fattivo del Consorzio turistico tematico UMBRIA & BIKE.

Ottimi i ristori presso i Rando Point lungo il percorso. Da segnalare il farro e la panzanella a Orvieto all’Oleoteca Fratelli Bartolomei

La randonnée fa parte del circuito Spirito Rando che mette insieme le migliori randonnée della Toscana, dell’Umbria e delle Marche, e fa parte del circuito regionale dei percorsi cicloturistici permanenti RANDO UMBRIA nato in collaborazione tra l’ARI e il Consorzio Umbria & Bike.

Valter Ballarini

Nato a Terni, in Umbria, ciclista, randonneur, guida cicloturistica, da anni esplora il mondo del Ciclismo non solo come fenomeno sportivo ma come modalità più consapevole di osservare e vivere la realtà. Architetto, in passato, ha realizzato progetti come la Bibliomediateca e il Videocentro a Terni, la Città del Gusto del Gambero Rosso a Roma, il Virtual Reality & Multi Media Park di Torino.

More Posts

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *