Marina di Grosseto è collegata a Grosseto da una ciclabile di circa 10 km. Il centro è meno noto rispetto alle località estive più blasonate della Maremma ma si presenta ordinato e ricco di servizi. Belle spiagge attrezzate ed un lungomare molto vivace pieno di locali. Belle le pinete e i campeggi. Da suggerire anche per brevi vacanze il Camping Eden con dei bungalow di buona fattura e ben attrezzati (sperimentati personalmente).

La randonnée “Mare Vetta Mare”, parte e arriva a Marina di Grosseto e consente di scoprire un territorio molto bello attraverso un percorso che si inoltra nella campagna toscana fino a raggiungere Abbadia San Salvatore, da dove inizia l’ascesa alla vetta del Monte Amiata (13 km). Il ritorno è sul versante opposto, quello che porta a Castel del Piano e Arcidosso.

All’andata, dopo aver percorso la ciclabile fino a Grosseto, si affronta un lungo tratto pianeggiante fino ad Arcille dove inizia e si conclude l’anello che porta al Monte Amiata. Da Arcille si susseguono 3 salite abbastanza impegnative (da non sottovalutare) che fungono da aperitivo per la scalata dell’Amiata (da Arcille a Abbadia San Salvatore ci sono circa 1600 m di dislivello). Il paesaggio è particolarmente bello, poco antropizzato, con piccoli paesi che si attraversano. Quello più caratteristico è Roccalbegna dove c’è il primo rando point. Poi si prosegue attraversando Triana, Bagnore, Santa Fiora, e Piancastagnaio per poi arrivare ad Abbadia San Salvatore. La zona è caratterizzata dalla presenza di numerose centrali geotermiche con i loro fumi e odore di zolfo. 

L’ascesa verso la vetta è di 800 m. in 13 km di salita costante, immersi in un bellissimo bosco. La discesa è abbastanza impegnativa perchè si scende da quota 1700 fino alla quota di 650 di Castel del Piano.

Si prosegue poi per Arcidosso, Monticello Amiata e Cinigiano. Il percorso è vallonato e sono presenti alcune brevi salite, comunque impegnative, prima di scendere di quota e, dopo Arcille, riprendere a ritroso il percorso dell’andata fino a Marina di Grosseto. VEDI ANIMAZIONE DEL MIO PERCORSO

Si tratta di una randonnée particolarmente interessante, non certo facile, ma appagante per la varietà del paesaggio e per le salite e discese (entrambe belle) che si devono affrontare. Il percorso è su strade poco trafficate e con un fondo prevalentemente buono. Gentili e disponibili tutti i rando point (presso bar) che si incontrano lungo il percorso.

La ASD MareVettaMare, che organizza l’evento, è costituita da persone molto simpatiche e disponibili. Ottimi i ristori.

Per chi volesse partecipare alle prossime edizioni consiglio di vivere questa randonnée come una vacanza, arrivando il sabato mattina e, potendo, fermandosi anche il lunedì.

A pochissimi km da Marina di Grosseto, raggiungibili anche in bicicletta, ci sono Castiglion della Pescaia, Punta Ala, Cala Violina, Il Parco dell’Uccellina, tutte località sicuramente da visitare e da scoprire.

Valter Ballarini

Nato a Terni, in Umbria, ciclista, randonneur, guida cicloturistica, da anni esplora il mondo del Ciclismo non solo come fenomeno sportivo ma come modalità più consapevole di osservare e vivere la realtà. Architetto, in passato, ha realizzato progetti come la Bibliomediateca e il Videocentro a Terni, la Città del Gusto del Gambero Rosso a Roma, il Virtual Reality & Multi Media Park di Torino.

More Posts

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *