Un tour in MTB con partenza e arrivo a Terni. Si percorre la Valserra su asfalto oltrepassando l’abitato di Giuncano e proseguendo in salita su sterrata fino al bivio per Castagnacupa. Ancora un tratto in salita su asfalto per poi dirigersi verso Montebibico su sterrato molto vario con brevi ma ripide salite.

Continua a leggere

Questo percorso include due tratti di strada sterrata molto belli. Il primo collega il versante della Valle del Tevere nei pressi di Montecchio con le colline del tuderte. Il secondo Montenero a Collesecco. Il tour parte e si conclude a Terni. Circa 125 km con 2100 m. di dislivello.

Continua a leggere

 

Un breve giro in bici nella campagna Umbra, su strade sterrate, adatto a tutti. E’ per MTB, trekking bike e gravel. Sconsigliato per bici da corsa. 15 km e 250 m. di dislivello.

Si parte da Lugnano in Teverina (parcheggio gratuito all’incrocio) e si va in direzione Amelia e, dopo un km su asfalto, si gira a destra in direzione “Comunità Incontro”. Alla fine della discesa c’è un fontanile (acqua fresca) e si può decidere se percorre l’anello in senso orario o antiorario. Consiglio il senso orario in direzione Porchiano del Monte. Si percorre una sterrata prevalentemente pianeggiante per circa 3 km.

Continua a leggere

Ho trascritto in questa nota i commenti pubblicati sulle pagine ufficiali fb della manifestazione da parte di alcuni dei protagonisti della prima edizione della 999 Miglia. Non tutti hanno utilizzato questo mezzo per testimoniare la loro avventura. Molti hanno pubblicato post sulle pagine personali o hanno utilizzato altri mezzi. Parallelamente abbiamo raccolto interviste e scaricato moltissime foto scattate dai randonnée ed alcuni montaggi video i cui testi, però, non abbiamo trascritto.

Continua a leggere

Lo staff di ARI (Audax Randonneur Italia) all’inizio della stagione 2018 ha esaminato a fondo alcune complesse problematiche di grande interesse riguardanti, in modo particolare, gli adempimenti ed i rischi a cui va incontro un organizzatore di randonnée.

Continua a leggere

Dal 7 al 9 settembre 2018, ad Arrone in Valnerina, il paradiso del ciclismo e del cicloturismo, un evento dedicato alla bici a 360° organizzato da Bikemotion in collaborazione con Ciclisti Uniti per la Valnerina.

PROGRAMMA (provvisorio)

Continua a leggere

Un test dell’anello umbro della randonnée Tirreno + Adriatico che si svolgerà il 24 e 25 aprile 2018 con partenza e arrivo a Narni.

Il test si riferisce ad un percorso di circa 200 km e comprende la Valnerina, dalla Cascata delle Marmore fino a Borgo Cerreto, poi verso Sellano e Rasiglia per immettersi a Casenove sulla strada che porta a Colfiorito (da dove parte l’anello marchigiano). Si scende fino a Foligno e poi lungo la ciclabile fino a Spoleto. Poi si sale a Firenzuola e si scende ad Acquasparta per concludere il giro a Narni Scalo.

Continua a leggere

Rando Stelvio Cima Coppi 2013 from valterb on Vimeo.

La randonnée dello Stelvio. Partendo da Merano si percorre la ciclabile della Val Venosta che corrisponde ad un tratto della Via Claudia Augusta. Arrivati a Prato allo Stelvio inizia la salita verso il Passo dello Stelvio, 48 tornanti e 2780 m. di altitudine. Si scende poi in Svizzera fino a Santa Maria Val Mustair per poi rientrare in Italia incontrando l’abitato di Glorenza per poi tornare a Merano ripercorrendo la Via Claudia Augusta. Il video si riferisce all’edizione 2013 e all’impresa (si fa per dire) di Gregorio Depretis e Valter Ballarini. Consigliatissima.

Grazie all’Eroica di Gaiole in Chianti la Toscana sembra avere l’esclusiva delle “strade bianche”. Certamente il Senese e le colline del Chianti offrono moltissime opportunità per gli amanti della bici gravel, ma l’Umbria non è da meno.

Il percorso suggerito è quasi completamente sterrato. Si parte da Lugnano in Teverina per poi arrivare fino a Narni Scalo attraverso le Gole del Nera.

Vedi la traccia su Relive

 

Una struttura ricettiva molto amichevole e bella nel cuore del Monte Argentario, a due passi da Orbetello, Porto Ercole e Porto Santo Stefano. Un antico casale di caccia restaurato con molta cura dai proprietari.

Da qui si possono raggiungere in bici tutte le località più belle e interessanti della zona. L’accoglienza è molto curata. Le camere confortevoli. La colazione ottima. Un piccolo paradiso nel quale immergersi lontano dalle palazzine e dalle brutte architetture realizzate negli anni sessanta e settanta a ridosso dei centri abitati dell’Argentario.

Particolare la cura del verde. Il parco circostante con piscina è realizzato con grande cura inserendo elementi di giardino all’italiana in un contesto più di tipo anglosassone.

Consigliatissimo sia per un weekend che per una vacanza alla scoperta del promontorio e della vicina Maremma.

Il sito Internet è ben fatto e mostra la location con riprese realizzate con un drone: sito

Via dell’Acquedotto Leopoldino, 54
Loc. Terrarossa – Monte Argentario
Grosseto

+39 0564 813004 / + 39 338 8733882

info@relaislamortella.it

Localizza la struttura su Google Maps

UN TOUR FACILE ALLA SCOPERTA DEL PARCO DELLA FENIGLIA

Si parte da La Montella e in discesa si raggiunge il bivio che porta ad Orbetello. Una pista ciclabile porta fino al centro che, in bici, può essere esplorato completamente. Si torna indietro e, attraversata la strada nei pressi dell’incrocio con Porto Santo Stefano, si prende la ciclabile che porta fino all’ingresso della Feniglia. Si accede attraverso un passaggio stretto abbandonando l’asfalto e proseguendo su sterrata sul lato della laguna fino in prossimità delle abitazioni del Corpo Forestale. Si torna indietro, questa volta all’interno della pineta. Lungo il percorso sono segnalati gli accessi alla spiaggia. Proseguendo fino alla fine si esce dal Parco e, seguendo la pista ciclabile si può arrivare fino a Porto Ercole. Gli ultimi 500 m. sono su strada veicolare (fare attenzione). Dopo una sosta e una visita al paese, si riprende la pista ciclabile che ci riporta al bivio iniziale dove riprendere la strada in leggera salita per La Mortella.